Agraria del Canaletto - La Spezia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

I

E-mail Stampa

 

Ibrido: termine usato per gli animali e per le piante ad indicare il soggetto derivato dall'unione di due individui di specie differenti (per esempio il "biricoccolo" è un ibrido derivato dall'unione di un albicocco con un susino mirabolano, il portinnesto GF 677 è un ibrido tra pesco e mandorlo). E chiamata ibrido anche la prima generazione che deriva dall'incrocio di due particolari selezioni, operate su varietà standard, dette "linee pure"; si distingue con il simbolo F1. Negli ibridi vi è un genere una esaltazione delle caratteristiche positive ancora superiore rispetto alle selezioni delle varietà standard. Tra gli animali tipico esempio di ibrido è il mulo (asino x cavalla).


Infestante: pianta che mette in atto una pericolosa concorrenza per l'acqua e le sostanze nutritive nei confronti delle coltivazioni. Il concetto di infestante ha significato solo in presenza di coltivazioni — quindi di ambienti modificati dall'uomo a scopi produttivi — poiché in realtà ogni pianta ha nell'ambiente un suo significato ed una propria funzione.


Insetticida:
prodotto impiegato per difendere le piante dagli insetti dannosi; gli insetticidi possono agire per contatto (l'insetto muore venendo a contatto con il prodotto), per ingestione (l'insetto muore ingerendo, insieme alla vegetazione, anche il prodotto) o per asfissia (l'insetto muore inalando il prodotto allo stato di 'vapore).


Invaiatura:
fase del ciclo di sviluppo dei frutti durante la quale il colore della buccia passa dal verde al giallo, al rosa, al rossiccio, al violaceo a seconda della specie e della varietà.

 

Rubriche/Guide