Agraria del Canaletto - La Spezia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

T

E-mail Stampa

 

Tempo di carenza o tempo (o intervallo) di sicurezza: intervallo minimo di tempo, espresso in giorni, che deve intercorrere tra il momento in cui si esegue il trattamento fitosanitario ed il momento della raccolta; se si eseguono trattamenti su derrate in magazzino è l'intervallo di tempo che deve intercorrere fra il trattamento e la loro immissione al consumo. Il rispetto del tempo di carenza garantisce una presenza di prodotti fitosanitari inferiore ai limiti di tolleranza fissati dalla legge (residui); è stabilito per legge e deve essere riportato sulle etichette.

 

Terreno acido: terreno con pH inferiore a 7.


Terreno alcalino: terreno con pH superiore a 7.


Terreno calcareo: terreno contenente carbonato di calcio ed altri carbonati liberi in quantità sufficienti a dare effervescenza visibile quando viene trattato a freddo con acido cloridrico.


Terreno neutro:
terreno con un pH compreso tra 6,6 e 7,3.


Terreno pesante: terreno con elevato contenuto di particelle fini, in particolare argilla; richiede elevati sforzi di trazione e pertanto è difficilmente lavorabile, soprattutto quando è umido. Contrario di terreno leggero.


Terriccio:
mescolanza di torbe con la presenza talvolta di altri materiali come argille, lana di roccia, ecc.; sovente viene concimato. Sono disponibili terricci per la coltivazione di diversi tipi di piante (ciclamini, stelle di Natale, primule, acidofile) e per la produzione di giovani piante da orto e da fiore. Per terriccio si intende anche quello che si ottiene dalla permanenza in concimaia del letame e/o di altre sostanze organiche per molti mesi (anche oltre 18); solitamente quest'ultimo viene però detto "terriccio di letame".


Tessitura del terreno: classificazione del terreno in base al suo contenuto percentuale di sabbia, limo, argilla (che formano la terra fine), e di scheletro (in cui vengono raggruppati i costituenti — sassi, pietre, ghiaino — di diametro sopra i 2 mm.). Ai terreni viene dato il nome a seconda delle differenti percentuali con cui i componenti sono presenti nei terreni stessi (esempio sabbioso, limoso-argilloso, argillo-sahbioso-limoso, ecc.).


Titolo dei fertilizzanti: quantità percentuale minima garantita dei principali elementi nutritivi contenuti in un fertilizzante semplice o composto.


Tossicità: grado di pericolosità di un prodotto fitosanitario (vedi). Si distinguono una tossicità acuta, che genera sintomi e disturbi entro breve tempo dal momento in cui il prodotto pericoloso è stato ingerito o assorbito per via respiratoria o cutanea, e una tossicità cronica, che non genera sintomi appariscenti, ma provoca disturbi dopo un certo tempo, anche per l'accumulo di sostanze tossiche nell'organismo in seguito a ripetuti assorbimenti o contatti.


Transgenico:
termine riferito ad una varietà nella quale sono stati inseriti, attraverso un intervento di ingegneria genetica, uno o più geni prelevati da altre specie vegetali o da microrganismi.

 

Rubriche/Guide